Esclusiva: “Sono etero ma faccio pegging da 6 anni”. Imprenditore si confessa.

Scritto da
/ / 2 Comments

© Riproduzione riservata

552121 original Esclusiva: “Sono etero ma faccio pegging da 6 anni”. Imprenditore si confessa.

 

“Mi chiamo Alberto, sono etero e pratico il pegging da 6 anni”. A confessarsi in esclusiva a “Sex and Rome” è un giovane imprenditore romano, etero e regolarmente fidanzato, ma che sessualmente ha una passione particolare…


“Mi piace ricevere sesso da una donna – confessa – che indossa uno strap-on dildo (una mutandina con un fallo).
La passione per questa pratica mi è nata dopo aver visto una scena di pegging in un film porno. Lei era una dominatrice perfetta e io ho pensato che mi sarebbe piaciuto provarlo. Quando l’ho proposto alla mia ragazza, in un primo momento è rimasta scioccata, ma anche lei è una donna sessualmente curiosa: abbiamo comprato online uno strap-on per sesso anale e da lì abbiamo iniziato a divertirci. Ancora adesso, quando ne parlo alle donne, inizialmente rimangono perplesse, ma poi ci prendono gusto. Eccome…”. 

Una tendenza sempre più diffusa

Alberto è uno dei pochi a parlarne liberamente, ma il pegging si sta diffondendopegging 400x384 Esclusiva: “Sono etero ma faccio pegging da 6 anni”. Imprenditore si confessa. sempre di più, in tutte le classi sociali. “I cambiamenti dei costumi sessuali -conferma a “Sex and Rome” la psicologa esperta di sesso, Chiara Camerani – e una progressiva flessibilità nei confronti di una categorizzazione rigida dei ruoli, sta portando a una maggiore apertura verso nuove sperimentazioni”. Il retro dell’uomo è da sempre un fattore di attrazione per la donna: la possibilità di violarlo, alimentato dall’inversione di ruolo dà un forte senso di eccitazione. Cosa spinge, invece, un uomo? “La stimolazione anale – spiega la Camerani – dà un piacere fisico all’uomo, in quanto viene stimolato il Bulbo di Onuf, il cosiddetto punto G maschile, che causa l’orgasmo”. Per alcune tradizioni orientali, poi, l’atto del pegging è portatore di fortuna per la donna: quanto più è maggiore l’eccitazione che ne ricava, tanto più avrà fortuna.

Leggi anche: Lesbo, la mia prima volta con “una donna”

“Nella società occidentale, invece – continua la Camerani - visto lo stigma associato al sesso anale (e alla sua connessione con l’omosessualità) molti eterosessuali traggono piacere nel trasgredire e nell’infrangere il tabù“. Le donne, invece, apprezzano la sensazione di avere un pene simulato e gli uomini l’esperienza passiva della penetrazione. Lo stesso Dan Savage, noto gay e firma del New York Times, ha consigliato ironicamente ad ogni uomo etero di farsi peggare almeno una volta nella vita.

 

Seguici anche su Facebook, metti il tuo mi piace su Sex and Rome

Ti potrebbe interessare anche:

 

[adrotate group="4"]

  1. 19 luglio 2013

    Gabriele

    Beh è una perversione come un’altra…io lo farei ma deve esserci molta affinità con lei!

  2. 12 aprile 2014

    pedru

    Io l’ho fatto,qualkevolta ,ma dopo ke ci siamo

    lasciati ne a informato tutto il mondo!

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *

Testata registrata al Tribunale di Roma n° 255/2012 del 25 Settembre Copyright 2012 Sexandrome - Direttore: Sabina Cuccaro