Eva Henger tradita? Meglio una goccia di Bordello’…

Scritto da
/ / 3 Comments

© Riproduzione riservata

Gabriella Sassone per Di Tutto

EVA HENGER 150x150 Eva Henger tradita? Meglio una goccia di Bordello...

EVA HENGER

1- Attenzione ai social network, Facebook in particolare, una piazza aperta che serve soprattutto per litigare, per “spiare” le mosse di chi ci interessa, per rimorchiare, tradire, rovinare coppie e famiglie. Altro che i salotti tv dove lanciare anatemi! Su Facebook si lavano i panni sporchi in pubblico, tra commenti al vetriolo e valanghe di cliccatine “mi piace” come consenso alle bravate varie e avariate. Una agorà telematica infarcita di squallide signorine (o babbione) nullafacenti che postano culi e tette al silicone, ammiccano sdraiate in pose per lo più volgari, e di maschietti che soffrono di solitudine o sono al limite dell’impotenza mentale che dietro alla tastiera diventano grandi stalloni pronti a tutto. Uomini che non sanno portare avanti una relazione nella vita normale ma che davanti al computer diventano dei maghi dell’ars amandi. E’ il rimorchio selvaggio e il sesso (più o meno virtuale via cam) il grande protagonista dei discorsi via Facebook. Nessuno ne è immune. Anche gli svippati litigano e soffrono a causa del social più malandrino che c’è. Nadia Rinaldi è corsa in tv, nel contenitore domenicale di Barbara D’Urso per urlare: «Sono proprio incaz… Mio marito Francesco è una vera merd…, non potrei definirlo in altro modo», ripercorrendo le tappe di un calvario culminato il 6 agosto. Che è successo? Suo marito, l’artista Francesco Toraldo, l’ha abbandonata con i due figli in piena estate per scappare con un’altra, rimorchiata su Fb. “Erano mesi che cercava ogni occasione per litigare ed offendere, uscire di casa e tornare alle tre di notte, per dormire sul divano e non mangiare più in casa: Facebook ha rovinato tante famiglie! Dico a tutte le donne: fate attenzione. Mio marito faceva le 7 del mattino sul social e si svegliava alle 4 del pomeriggio. E nonostante tutto, io ero ancora innamorata, sebbene con me fosse di una gelosia ossessiva». Nadia, che da lui ha avuto la figlia Francesca Romana e ha un altro figlio, il 13enne Riccardo, aggiunge: “È andato via di casa lasciandomi in una situazione disastrosa e deve risanare tutto. Sono ancora la moglie a tutti gli effetti. È sparito per 6 mesi e non ha fatto sapere nulla di lui. Poteva finire civilmente: se mi avesse detto con coraggio: “Non ti amo più, amo un’altra persona”. Se avesse parlato così, sinceramente. E io non sarei mai più tornata con lui». Anche Eva Henger ha messo in dubbio l’amore e la fedeltà del compagno Massimiliano Caroletti per colpa di Fb. Ma tra loro è andata meglio. Eva e Massimiliano, legati dal 2005 e genitori della piccola Jennifer di 4 anni, si sono lasciati per una decina di giorni. Lei, gelosissima, ha cacciato di casa il marito, dopo aver scoperto che “un’amica” lo tartassava giorno e notte sul social, seguendo tutte le sue mosse. Ha pensato al peggio… Ma poi è tornata sui suoi passi, ha chiarito l’affaire con Caroletti e l’amore e la tranquillità familiare hanno trionfato. Ora i due ci scherzano su e Massimiliano dice: “Ho chiuso tutti i profili privati e ho dato ad Eva la password dell’unico profilo che ho lasciato attivo, così può controllare tutto. Non voglio che nessuno più si intrometta nelle mie cose di lavoro e nella mia vita privata”. La morte di Riccardo Schicchi aveva già destabilizzato non poco Eva e la sua nuova famiglia. Dal matrimonio tra Schicchi e la Henger, mai divorziati legalmente, sono nati Mercedes (oggi 21enne che studia in Inghilterra Psicologia Medica) e il 18enne Riccardino che vive a Roma con la madre. “Dopo questa lite e la riappacificazione abbideciso di mettere in cantiere un altro figlio”, conclude trionfante Caroletti. Morale della favola? Se siete innamorati, amate una donna, siete una coppia felice, state lontani da Facebook, un diavolo tentatore che crea solo scompiglio! E poi ti tocca piangere sul latte versato!

2- Tutto arriva a chi sa aspettare e non si arrende. Se lo ripete tra sé e sé ultimamente Vera Gemma. La primogenita di Giuliano, incontrastato re degli spaghetti-western, ha finalmente coronato il suo sogno. Vera, quando ormai aveva perso ogni speranza, ha impalmato a Las Vegas in gran segreto l’uomo che ama da 4 anni e per il quale ha lasciato baracca e burattini a Roma trasferendosi in America, dove vive facendo la spola tra Los Angeles e Miami. La trasgressiva e ribelle attrice, che nel 2001 aveva sposato a Roma l’attore marocchino Jamil, ha detto il secondo “Sì” della sua vita lo scorso 29 dicembre a Henry Harris, chitarrista e cantante che si esibisce all’House of Blues di Los Angeles, conosciuto col nome d’arte di South Side Slim, proprietario da 20 anni della South Side Record che produce lavori di musica jazz e blues. Vera, emozionatissima, ha impalmato il suo Henry senza dir niente a nessuno, ma in rigoroso abito bianco da sirena, nella White Chappel di Las Vegas, scelta dai famosi di ogni dove. Poi ha postato una foto del suo giorno più bello su Facebook per avvisare amici e parenti. “Litighiamo spesso ma siamo felici”, ci confessa. Due anni fa, Vera aveva messo al mondo il frutto del loro passionale e folle amore: il figlioletto Maximus, innamorato pazzo di nonno Giuliano, tanto da vestirsi con cappello da cowboy e pistola giocattolo in pugno e girare per casa gridando: “Sono Ringo!”. Anche nonno Giuliano è pazzo del nipotino, anche se si vedono poco. Henry ha composto anche una bellissima canzone che Vera ha messo sui titoli di coda del documentario che ha realizzato su suo padre: “Giuliano Gemma, un italiano nel mondo”, che sarà presentato il 17 febbraio nella rassegna di Pascal Vicedomini “Los Angeles, Italia”, per poi andare a marzo al Festival del cinema di Buenos Aires e al Berlino Market. Nel ringraziare sul social network tutti gli attori e registi che si sono fatti intervistare da lei per questo suo lavoro, da Monica Bellucci a Lina Wertmuller, da Dario Argento a Ennio Morricone, da Bud Spencer a Nino Benvenuti, Vera spende parole di grande amore filiale per suo padre: “Lo ringrazio perchè mi ha dato negli anni un esempio di professionalità ed umiltà, ricordandomi sempre che noi non siamo più importanti di nessun altro”.

PROFUMO BORDELLO 150x150 Eva Henger tradita? Meglio una goccia di Bordello...

PROFUMO BORDELLO’

3Serata all’insegna del glamour e della fragranza in puro stile Milano da bere. Roma ha accolto alla grande l’arrivo dell’eclettico stilista tedesco Tom Rebl, ex direttore creativo di Andrew MacKenzie, che da alcuni anni vive in Italia. Reduce dal successo della sua prima sfilata a Milano Collezioni, durante la settimana modaiola capitolina, Rebl ha presentato il suo profumo “Bordellò”, scegliendo come location la boutique “Campomarzio 70”,a via Vittoria, la prima Perfume Gallery d’Italia dedicata all’arte del profumo, ai suoi creatori e ai suoi estimatori. Girovagando tra gli splendidi allestimenti curati da Stefano De Lellis, dove spiccava un piccolo flash della collezione di abiti maschili di Rebl, gli ospiti si sono intrattenuti durante il raffinato cocktail a base di champagne sulle note del Dj set Maurizio Cascella, inebriati dalle fragranze che riempivano l’ambiente. Accolti da Gianni Di Liello e i figli Valentino e Fabrizio, hanno timbrato il cartellino i soliti ignoti: Daniela Uras (che ha creato il profumo a quattro mani con Tom Rebl), Monica Scattini insieme alla mamma Dianella, Alan Cappelli Goetz, Ludovico Fremont, Vittoria Schisano, Beppe Convertini, Fabio Canino, Roberta Formilli insieme al giovane attore Adriano Evangelisti, Paolo Stella, il finalista dell’ultima edizione di “X Factor” Daniele Coletta, il produttore Lorenzo Bordini, lo stylist Raffaello Rivi.  

 

 

Seguici anche su Facebook, metti il tuo mi piace su Sex and Rome

Ti potrebbe interessare anche:

 

[adrotate group="4"]

  1. 6 febbraio 2013

    miriam

    Facebook e ttt i social network sn sicuramente dei mezzi tramite cui è possibile fare incontri o iniziare relazioni virtuali, ma qst cose esistevano pure prima. Se uno vuole tradire, le occasioni per farlo nn mancano, social a parte. C’è anche da dire ke oggi si è diventati paranoici, nn si può nemmeno parlare cn qlcn del sesso opposto, senza ke il proprio partner si insospettisca, e ci faccia una scenata.. ho tantissime amiche ke litigano cn i ragazzi per incomprensioni stupide nate su fb. Secondo me è meglio nn legarsi affatto ad una persona, a meno che nn si è veramente sicuri, ma a quel punto bisogna darle fiducia!

  2. 6 febbraio 2013

    Ross33

    Questo Caroletti ha le palle.. d’altra parte sta con la Henger, se la tradisce quando gli ricapita una così?? Però fare un figlio dopo una crisi non sarà un modo per cercare di rinnovare un rapporto che è incrinato?

  3. 6 febbraio 2013

    maxP.

    Non mi stupirebbe. Anche se è sbagliato, è vero che fare figli è una delle soluzioni che le coppie in crisi trovano per rinsaldare l’unione. Il problema è che così non si risolve niente, e poi ci vanno di mezzo i bambini. In tutto ciò facebook e i social in generale non aiutano, forniscono anzi un’ottima scusa per litigare.

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *

Testata registrata al Tribunale di Roma n° 255/2012 del 25 Settembre Copyright 2012 Sexandrome - Direttore: Sabina Cuccaro