Il principe azzurro non sta su Facebook

Scritto da
/ / 3 Comments

© Riproduzione riservata

20130413 205725 277x300 Il principe azzurro non sta su Facebook Ci sono due grandi delusioni che ogni donna, nella sua vita, prima o poi deve avere (#sapevatelo). La prima ti colpisce in – più o meno – tenera età (dipende da quanto sei sveglia) ed è quando scopri che Babbo Natale non esiste, che con le renne ci fanno le pellicce e il camino serve ad arrostire gli ossicini, mica a far passare i regali. La seconda è quando scopri che il principe azzurro non esiste, che hai sempre sognato un soggetto inesistente e che finirai a letto con il ragioniere sotto casa. Nell’era 2.0, però, aggiungerei un’altra cocente delusione: quando esci con uno che hai conosciuto sui Social.

Hai scrutato, con una minuzia pari solo a quella del commissario Cordier, tutte le sue foto. Hai controllato che non fosse strabico, che avesse tutte e cinque le dita e hai buttato l’occhio anche lì, nelle sue foto in costume al mare (meglio evitare spiacevoli sorprese). Hai anche beccato un suo video a una festa di laurea sul suo diario di Facebook . Alla fine hai decretato: è carino. Vi siete sentiti su skype, avete parlato per ore, è dolce e ti sa ascoltare.

Leggi anche: SINGLE È MEGLIO? ECCO I CASINI CHE UN UOMO TI “SVOLTEREBBE”

Bene, vai col primo appuntamento. Si presenta con una seicento scassata e i sedili senza molle. Al polso ha un orologio swatch da prima comunione. Vabbè, si può superare, sei una romanticona e credi in due cuori e una capanna, o no?

{ Nelle tue ricerche, non avevi notato quell’orribile neo sul collo che neanche Bruno Vespa.

E appena ti dà i due baci di benvenuto senti una zaffata di formaggio.

Si è mangiato pane e gorgonzola a pranzo?}

Ti porta a San Lorenzo, prendete una birra e vi sedete nella piazzetta con un kebab che ti unge i pantaloni. Peggio di così non potrebbe andare, pensi… e invece ti attacca una pippa sul campionato di calcio: “Andreazzoli non capisce una mazza, meno male che c’è Totti, se no stavamo peggio della Lazio”. A questo punto non puoi fare altro che passare al piano B: farti venire una bella emicrania e tornartene  a casa. Lui ci rimarrà un po’ male, ti chiamerà il giorno dopo e l’altro ancora. Ti scriverà su Facebook e su Skype (per fortuna non ha WhatsApp). Tu non gli risponderai e lui, al bar dello sport, racconterà ai suoi amici di essere uscito con una tipa tutta strana: non ha riso per tutta la serata, lo guardava come un alieno e poi si è sentita pure male. Lui l’ha accompagnata a casa e non l’ha più cercata: “Con questa ci fai sesso come con una mazza di scopa”, hanno riso tutti.

Seguici anche su Facebook, metti il tuo mi piace su Sex and Rome

Ti potrebbe interessare anche:

 

[adrotate group="4"]

  1. 6 maggio 2013

    francy

    Io non mi fido mai di fb, ho visto dei mostri diventare strafighi sui social. Ma al di là dell’aspetto fisico e della puzza di formaggio (bleah -.-) come si fa a parlare di calcio ad una donna??

    • 6 maggio 2013

      roberto

      Dipende dalla donna.. mia moglie tifa quanto e più di me

  2. 6 maggio 2013

    tati

    io il mio compagno l’ho conosciuto proprio su facebook, è vero che non è mai come te lo aspetti, ma delle vote potrebbe rivelarsi migliore

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *

Testata registrata al Tribunale di Roma n° 255/2012 del 25 Settembre Copyright 2012 Sexandrome - Direttore: Sabina Cuccaro