Lesbo, la mia prima volta con “una donna”

Scritto da
/ / Lascia un commento

© Riproduzione riservata

lesbo 201x400 Lesbo, la mia prima volta con una donna

E’ una mia collega. Lei scrive di politica per un importante quotidiano, io di sesso per il mio sito. Lei guadagna duemila euro al mese, io mi destreggio tra articoli ed eventi vari. Però, ci stiamo simpatiche, andiamo alla stessa palestra e siamo di casa all’Euclide, siamo due “pariolastre” come dico io.  Domenica sera mi salta la corrente, alzo il contatore ma dopo 3 secondi va di nuovo giù. Mi arrendo solo dopo dieci tentativi.  Sono più paziente con un contatore che non sta su che con l’aggeggio di un uomo che non si alza, penso. Se anche con un Lui “cadente” facessi 10 tentativi, forse alla fine ce la facciamo a dare un senso a qualche mio orgasmo. Vedere questo coso che va sempre giù, comunque, mi fa ridere: “E’ la legge del contrappasso per una che del sesso ha fatto il suo mestiere? Nel senso buono, s’intende”. Domando a Chloè con la mia autoironia che, devo ammetterlo, fa ridere solo me e mia madre quando la obbligo. Da Acea mi dicono che c’è un guasto e possono ripararlo, al più presto, entro la mattina dopo. Non hanno mai pensato di fare un concorso sulla celerità dei servizi offerti dal comune di Roma? No, perché, l’Acea potrebbe guadagnarsi il podio, ma se la giocherebbe dura con i trasporti pubblici. Vabbè, posso passare una romantica serata da sola a lume di candela. Invece, chiamo Lei e le chiedo se mi può ospitare.

{ Mi presento con una bottiglia di martini, l’unica cosa ingeribile che ho nel frigo }

Alla fine, tra due chiacchiere sull’ultimo Vanity Fair e tanti spettegulesses sui colleghi, ci ritroviamo a parlare del nostro collega figo, quello del tg. E lì partono i commenti hard: “Io me lo farei così…”; “Secondo me, lui ci sa fare con la lingua” e giù di lì. La bottiglia di martini è finita e questi discorsi mi stanno creando una certa agitazione ormonale.

Leggi anche: Hai mai provato un’esperienza lesbo?

Meglio andarmene a letto. Per prendere sonno inizio a leggere, e non la Sacra Bibbia che potrebbe calmare i miei bollenti spiriti, ma il romanzo erotico da Sasha Grey. Ho gli ormoni che stanno facendo una seduta spiritica. In quel momento entra Lei a darmi la buonanotte. Hai presente Alberto Sordi di fronte al piatto di spaghetti: ”Macarò m’hai provocato e io ti distruggo”? Ecco, più o meno è andata così. Anche se è stata Lei a distruggere me. Una Rocco Siffredi in gonnella. Il giorno dopo mi sveglio ancora col martini in testa e qualcos’altro in giro…

Oddio, che ho fatto? Vado in cucina, Lei sta facendo colazione e legge i giornali. Come se la notte prima non ci fosse stata la battaglia punica nella sua camera degli ospiti. “Stamattina Milano ha aperto in ribasso”, è la cosa più erotica che riesce a dire. A questo punto, mi viene un dubbio: Ho sognato tutto?

Seguici anche su Facebook, metti il tuo mi piace su Sex and Rome

Ti potrebbe interessare anche:

 

[adrotate group="4"]

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *

Testata registrata al Tribunale di Roma n° 255/2012 del 25 Settembre Copyright 2012 Sexandrome - Direttore: Sabina Cuccaro