Mi mangio un Dalì… al Margutta

Scritto da
/ / 6 Comments

© Riproduzione riservata

Ars visiva e ars gustativa.

margutta 150x150 Mi mangio un Dalì... al MarguttaSe pensate ai vegetariani come a degli erbivori che divorano carote e zucchine trifolate, fate un salto al Margutta RistorArte. Ristorante e Galleria d’arte, curata dalla nipote di Marinetti (mica pizza e fichi). Ideale per una cena tete a tete. Io, invece, ci sono stata con Elena. Alle prese con le sue 300 parole al minuto, non mi ero accorta della cucina vegetariana.

… E poi, ero troppo concentrata sulla Tavolozza Dalì, il misto di antipasti (un piatto per tutti: pecorino in crosta di mandorle con pere cotte in mostarda). Per poi saltare a quella dei dolci, altrimenti detta Picasso. Il Margutta propone solo piatti italiani (e io sono per la globalizzazione) ma li fa in una rivisitazione talmente particolare che ogni sentimento di esterofilia mi è stato soppresso. Per me tavolozze a gogò. Elena, invece, ha ceduto al Risotto con fragola e gorgonzola (con assagino ai Tagliolini fichi e aceto balsamico). Insomma, non è la trattoria da carbonara. Spendi qualcosa di più ma, calcolatrice alla mano, almeno 10 euro della cena vengono ammortizzati con la mostra gratis.

Dettagli fondamentali

Pane. Ottimo, fatto al momento. Nel cestino ne arrivano 5 tipi: integrale, agli spinaci, al mais, al pomodoro piccante, casareccio.

Toilette. Elegante e pulito, in pendant con il resto del locale. Consente incontri interessanti: io ci ho conosciuto Cecchi Gori…

Il mood sexy. Prendi la tavolozza Picasso e ispirati per un giochetto da fare dopo, a casa.

Il Pollice verso. Trovare parcheggio in centro? Più facile che Alemanno si ricandidi. Girare mezz’ora, parcheggiare a 1 km di distanza o a rischio multa. Non c’è scelta.

Seguici anche su Facebook, metti il tuo mi piace su Sex and Rome

Ti potrebbe interessare anche:

 

[adrotate group="4"]

  1. 28 maggio 2012

    gualtiero

    cara sabina, dammi un consiglio. secondo te questo ristorante va bene per portarci una ragazza al primo appuntamento? tra un paio di giorni devo uscire con una e non ho ancora deciso dove portarla…

  2. 29 maggio 2012

    Sabina

    Ciao Gualtiero, il Margutta mi sembra perfetto per un primo appuntamento: è raffinato e non chiassoso, i tavoli sono distanziati. Potete parlare senza il timore che il bambino del tavolo vicino venga a farvi un salutino…
    ps. cerca di parcheggiare il più vicino possibbile, non c’è niente di peggio per noi donne romane che camminare con i tacchi sui sampietrini.. la lobby dei calzolai ne sa qualcosa :)

  3. 29 maggio 2012

    Claudio

    Quello che conquista è l’insieme; l’atmosfera, le luci soffuse, la musica, le opere d’arte alle pareti, i colori e il cibo impeccabile, una volta che ci vai non puoi non tornarci e stai sicuro che la persona che porti un posto così non se lo scorda….. In bocca al lupo

  4. 30 maggio 2012

    Stefania

    Anche io ci sono stata e Claudio ha ragione: un posto incantevole.

  5. 30 maggio 2012

    Emanuela

    Io ci vado sempre con un Gruppo di amiche, e a parte l’incanto di via Margutta il posto è giusto anche per incontri interessanti, Artisti, gente del mondo della moda e dello spettacolo… e poi il personale è proprio carino, si mangiano cose originali e di qualità….. Il Festivity brunch della domenica con musica dal vivo è perfetto quando il sabato sera fai i bagordi…. Ciao ci vediamo li…

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *

  1. Porrfilm09-03-12
Testata registrata al Tribunale di Roma n° 255/2012 del 25 Settembre Copyright 2012 Sexandrome - Direttore: Sabina Cuccaro