Natale è come la corazzata Potëmkim, ma nessuno lo dice

Scritto da
/ / Lascia un commento

© Riproduzione riservata

Il Natale è un po’ come la corazzata Potëmkin. Tutti lo pensano ma nessuno lo dice. Per questa volta, allora, mi tolgo i panni della “Carrie Bradshow de noantri” e mi metto quelli della “Fantozzina”.

POTEMKIN Natale è come la corazzata Potëmkim, ma nessuno lo diceBello fare l’albero, stress pensare ai regali, orrido il cenone con i parenti.

Il Natale, diciamocelo, è il modo peggiore per concludere ogni anno. Ma Gesù non poteva nascere, che so, a Ferragosto, quando siamo tutti in vacanza e lo festeggiamo con chi ci pare? Eh no, è come dire: “Io sono nato per essere crocefisso e tu devi flaggellarti con parenti e amici”. Caro Gesù, noi però soffriamo con panettone e torroncini, tu hai fatto l’ultima cena a pane e acqua… Vabbè, ora che mi sono decisamente meritata l’inferno passo alle cose (semi)serie.

{Ho il treno alle 14, infilo Chloé nel trasportino e chiamo un taxi.

Termini è un agorà di valigie, tutti col naso in su a controllare le partenze,

oppure a guardare nel mio trasportino. Un gatto fa rimorchiare più

 di una minigonna a piazza di Spagna #sapevatelo}

“A Pasqua mi ha regalato l’ovetto” vibrante, s’intende… 

albero 150x150 Natale è come la corazzata Potëmkim, ma nessuno lo dice

Il mio albero di Natale

HORRIBILIS CENONE. Salgo sul mio Frecciarossa e sono accolta da una zaffata di panini con mortadella, kebab e salumi vari, ci manca solo la frittatina di cipolle (per fortuna) e poi siamo a posto. Con la nausea fino ai capelli arrivo a Napoli: “We signò, che bellu gattu che tenite” cerca di arruffianarmi il venditore di calzini ambulante. Ci riesce, compro finti Adidas. Finalmente a casa. Piazzo i regali sotto l’albero e sono pronta per il cenone. Dopo 3 antipasti, spaghetti con le vongole, fritture varie, baccalà in tutte le versioni, frutta, frutta secca, frutta sciroppata, struffoli, mostaccioli e panettone ci si può alzare da tavola, se ci riesci. Tra una grappa e un digestivo passiamo ai regali. Anche quest’anno Babbo Natale non si è filato per niente la mia letterina, è andato alla Romanina e mi ha comprato le cose più inutili. Mi sa che si è messo d’accordo con Gesù…

Seguici anche su Facebook, metti il tuo mi piace su Sex and Rome

Ti potrebbe interessare anche:

 

[adrotate group="4"]

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *

Testata registrata al Tribunale di Roma n° 255/2012 del 25 Settembre Copyright 2012 Sexandrome - Direttore: Sabina Cuccaro