Racconto Erotico “La dea bendata”

Scritto da
/ / 10 Comments

© Riproduzione riservata

Grazia, conosciuta in chat diversi anni fa quasi distrattamente

segreti fantasie sessuali 2 150x150 Racconto Erotico La dea bendata nel turbinio di righe colorate e faccine ormai obsolete. Anche lei sposata. Confessa: tradisce, le piace giocare,  trasgredire senza cattiveria, birbonate dice, ed il termine mi aggrada, lo uso ancora talvolta.

… Messaggi sempre piu’ caldi, sempre piu’ audaci, sfiorarsi con i tasti del pc, osare l’impercettibile tocco dell’immaginazione. Poi, una notte, il telefono… Primo “incontro” virtuale fuori dai canoni, provocazioni delicate e maliziose. Si esagera? Si ride. Si provoca, e si finisce (o comincia?) per godere davvero… lasciarsi andare lungo in armonia nell’estasi insieme sussurrata. Una, due, tre volte, mai assolutamente volgari. Ed infine, poi, si osa. L’incontro. Un’occasione che sembra una scusa, un viaggio di lavoro, un’altra città per entrambi, io impegnato davvero, lei viene apposta… si lascia guidare, comandare quasi. Aspetta in Hotel, io torno da una cena. Non di corsa, indugio un po’ con gli altri con malcelata sorpresa per un latente soffice sadismo che sorprende me stesso per primo, la immagino come la voglio, ed a lei piacerà così. La chiamo per dirle che ritardo, lei mi sussurra provocante che è già pronta. L’avviso che arrivo. La voglio nuda, di spalle in piedi e bendata. Lascia socchiusa la porta della stanza, potrebbe entrare chiunque. Il cuore batte forte, brividi mai provati lungo la scala che mi separa dall’Emozione pura. Silenzio. La prendo delicatamente per le spalle, lei per prima cosa mi tocca il viso quasi nervosamente, chissà. E’ minuta, capelli corti, chiari, graziosa, mediterraneamente elegante nella sua già completa nudità. Cisesso con sconosciuto 200x300 Racconto Erotico La dea bendata baciamo e mi spoglio anch’io. La lascio bendata sfiorandola a lungo, lentamente, fino a dissetarmi profondamente della sua eccitazione che sa di dolcissimo. Poi lei decisa mi tira a sé, dentro di sé d’improvviso, mi stringe i fianchi ancora bendata, solo un secondo per il protettivo rispetto e poi solo sospiri e baci. Profondi. Le vedo il viso delicato, indugio sul collo, le spalle, ha delle mani bellissime. Insisto con lei bendata che sorride senza dire una parola.

Sta al gioco, le piace, ci piace. Copro di baci il suo sorriso. Le tolgo la benda: “Piacere… Alex” le sussurro ironicamente dritto negli occhi che percepisco chiari nella penombra d’estate illuminata dalle luci riflesse di una Milano ignara. Un attimo e la brezza serale che entra dalla finestra amplifica fuori il calore dei corpi avvinghiati stretti. E ridendo esplodiamo insieme forte senza staccare gli sguardi vicini ed intensi. Parliamo, continuando a toccarci, e poi di nuovo ancora. Fumiamo, parliamo e rifacciamo l’amore. Inarrestabili. E l’ultima volta lei non si ferma, mi assapora intensamente e realizzo che mi vuole senza limiti. Sopra di me, decisa, senza dire nulla. Pazzo, pazza, così, contro ogni logica. Notte totalmente insonne, senza fine… un ricordo meraviglioso. Batticuore incosciente. Rischio forse? Ma almeno si vive, senza rimpianti! Riparto all’alba e la saluto teneramente quasi insieme da una vita, nello spazio di una notte, immerso nel profumo del suo sapore, con il suo sguardo dritto dentro. Ci siamo messaggiati ancora, e ancora sentiti per perderci, infine, definitivamente. Chissà.

Già…”Memento audere semper”.

Inviato da Alex

 

 

 

 

 

 

 

Seguici anche su Facebook, metti il tuo mi piace su Sex and Rome

Ti potrebbe interessare anche:

 

[adrotate group="4"]

  1. 25 giugno 2012

    matrixrm2003

    Bellissimo Sogno…quando ti sei risvegliato Alex ci sei rimasto male?

    • 25 giugno 2012

      Sabina

      Ahahah! secondo me era tutt’altro che un sogno.conoscendo chi l’ha scritto, fidati!

  2. 25 giugno 2012

    Fabiana

    Davvero intrigante

  3. 25 giugno 2012

    Alex

    I Sogni milgliori sono quelli che si ha il coraggio di vivere, non quelli che si vuol credere siano rimasti tali. Esci, vivi e osa matrixrm23, e anche tu avrai cose da raccontare. Del doman…..:-)

    • 26 giugno 2012

      matrixrm2003

      Caro Alex i sogni sono sogni e tali rimangono….preferisco uscire osare e vivere la realtà, che sognare a occhi aperti.

      • 26 giugno 2012

        Sabina

        Raccogli la sfida di Alex?

  4. 26 giugno 2012

    Alex

    Perfetto! Allora aspetto presto qui che anche tu condivida qualche tuo episodio di vita vissuta come abbiamo fatto io ed altri.

    • 2 luglio 2012

      matrixrm2003

      Caro Alex, sono un uomo all’antica non racconto quello che faccio con le Donne….se poi faccio…:-)

Lascia un commento

*

Current day month ye@r *

  1. Ionithermie Cellulite Reduction08-22-12
Testata registrata al Tribunale di Roma n° 255/2012 del 25 Settembre Copyright 2012 Sexandrome - Direttore: Sabina Cuccaro